Growing Brains

Home » Attività » Museo della Geotermia, Pomarance (PI)

Museo della Geotermia, Pomarance (PI)

A Pomarance, fra Cecina e Volterra, c’è il Museo della Geotermia, nella regione dei soffioni.

Una meta interessante e “diversa”, che è possibile inserire in un itinerario toscano (non siamo lontani da Monteriggioni, Siena, Sangimignano, costa degli Etruschi).

Il paesaggio con le colline che “fumano” e l’odore di zolfo è molto suggestivo. Il museo presenta tutta la tematica dell’energia geotermica e, su prenotazione, assistere all’apertura del condotto del vapore a pressione dà una idea diretta della “forza della natura”. Anche chi conosce il tema non può non restare stupito dalla forza del getto.

Cito dal sito ChiantiTurismo:

Una delle attrazioni naturalistiche più singolari della Toscana è la visita dei soffioni boraciferi di Larderello, uno dei più spettacolari fenomeni geotermici in Italia.

Fra le colline metallifere, in un’area chiamata anche Valle del Diavolo, ha luogo un particolare fenomeno geotermico che viene sfruttato industrialmente: l‘emanazione di vapori caldi, o meglio acque boriche, dal sottosuolo. Via via che ci si avvicina si notano enormi vapordotti che incanalano il vapore.

La presenza di acque bollenti e putride era nota fin dall’antichità, tanto che molti ritengono che persino Dante Alighieri si ispirò per la sua Divina Commedia. L’attività di sfruttamento dei vapori caldi per ricavare acido borico iniziò nel 1827, grazie a François Jaques de Larderel, da cui viene il nome del complesso. Successivamente il principe Ginori ne comprese le potenzialità per produrre energia: ingabbiando il vapore sotto delle cupole si poteva ottenere energia elettrica.

E’ possibile visitare il museo della geotermia di Larderello, con ingresso gratuito, che mostra i vari procedimenti con cui estrarre l’energia geotermica, ma è soprattutto il soffione all’opera a stupire (soprattutto i bambini). Un soffione è stato destinato a scopi turistici: quando il getto di vapore esce rumorosamente dal terreno, 150 decibel, da una profondità di oltre settecento metri, è impossibile non restare impressionati. La temperatura è elevatissima, oltre i 130-150 gradi.

Visitare Larderello è molto suggestivo per via del rumore, dell’odore (non propriamente gradevole!) e della presenza di vapori, fumacchi, lagoni che fanno sembrare l’area un girone infernale.

Può essere abbinata alla visita di Volterra, la città del tufo, oppure essere meta di una visita di mezza giornata da Colle Val d’Elsa (distante meno di un’ora).

Per prenotare:

Orari di Apertura
Mesi invernali:
lunedì-venerdì: 8:00 – 17:00.
Domenica: 9:00 – 18:00
Mesi estivi:
lunedì-venerdì: 9:00 – 18:00
Sabato e domenica: 10:00 – 19:00
Chiusura:
Chiuso il sabato solo nei mesi invernali.

Prenotazioni:
Mail: fini.antonio@enel.it
Tel: +39 0588 67724


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: